Nokia si è confermata la prima azienda al mondo per numero di telefonini venduti. Secondo la società Strategy Analytics, nel 2011 Nokia ha ottenuto il 26,9% della fetta di mercato, con 417,1 milioni circa di unità. Rispetto all’anno precedente ha avuto un calo dove aveva venduto 453 milioni di unità.

Questo ovviamente non è una cattiva notizia ma nemmeno buona, pur rimanendo il primo produttore di cellulari i risultati trimestrali sono stati a dir poco scoraggianti. La nuova partnership con Microsoft però sembra dare buone prospettive per il futuro, una scelta che ha notevolmente ridotto il divario tecnologico con la concorrenza sul fronte smartphone.

Il secondo produttore, manco a dirlo è Samsung con il 21,1% e ben 327,4 milioni di unità vendute. Un aumento considerevole rispetto ai 280 milioni del 2010.

Al terzo posto Apple con il 6,0% e circa 93,0 milioni di unità vendute, un risultato che raddoppia i 47,5 milioni del 2010.

Il totale di terminali venduti nell’anno 2011 è stato di 1,55 miliardi. In crescita del 14% rispetto al 2010, durante il quale le unità sono state 1,36 miliardi.

Ovviamente riuscire a vendere cellulari classici a basso costo e costosi smartphone fa una bella differenza sui fatturati e per questo la protagonista e regina del mercato è Apple, che raddoppia le unità vendute passando dai 47 milioni circa del 2010 a 93 milioni del 2011. Il 2012 potrebbe essere l’anno del lo sfondamento della quota 100 milioni di pezzi venduti.