Recensione del Samsung Galaxy S7 EDGE dopo un mese di utilizzo

Lo smartphone Samsung Galaxy S7 EDGE è sicuramente il migliore del 2016, la scheda tecnica ha specifiche che ha pochi concorrenti.

Il design e la costruzione sono a livelli top, con alcune migliorie con il modello precedente come lo slot per la scheda SD e una dimensione più ergonomica che dovrebbe dare una esperienza d’uso migliore.

Purtroppo però il display curvo che avvolge i lati e la presenza dei tasti volume e power lo rendono meno maneggevole degli smartphone LG.
Ormai sono troppo abituato all’assenza dei tasti laterali e dei tasti fisici di navigazione sulla parte frontale. Trovo la soluzione di LG con il tasto power e i tasti volume sul retro sotto la fotocamera di una comodità unica e con Samsung Galaxy S7 EDGE sono tornato indietro in quanto a ergonomia.

IL Samsung Galaxy S7 EDGE ha però grandi pregi, ha un peso contenuto e una autonomia invidiabile, dimensioni quasi perfette. Purtroppo però anche queste sono armi a doppio taglio in quanto sempre per la presenza dei tasti fisici e dello schermo curvo non si riesce ad avere una presa sicura visto che si deve sempre stare attenti a non toccare i tasti fisici posti sui lati e allo steso tempo a non sfiorare nemmeno il display che si spinge fino alla metà dello spessore laterale.

Non esattamente una delusione ma dopo un mese di utilizzo penso di cambiare e passare a un LG V10, che presto sarà protagonista di un unboxing e di una comparativa con il Samsung Galaxy S7 EDGE.

Siamo di fronte al migliore smartphone di questo 2016. Ovviamente la concorrenza è agguerrita e
Samsung sembra proprio intenzionata a produrre tutte le componenti dei suoi smartphone in casa, dopo
Samsung ha rilasciato inizialmente l'aggiornamento a Android 5.1.1 Lollipop per la variante russa (SM-N910C) del
Samsung sta distribuendo un nuovo firmware con le novità che sono state viste implementate sul
Samsung ha scaldato l'estate con la presentazione di due nuovi terminali, uno è l'atteso nuovo

Lascia un commento