Samsung ha presentato al Mobile World Congress di Barcellona il suo nuovo smartphone Samsung Galaxy Beam, un Android dotato di un proiettore integrato da 15 lm, molto luminoso e dalle prestazioni interessanti. Utilizzabile per proiettare contenuto multimediale: giochi, mappe, foto e video su un’area fino ai 50 pollici.

L’utilizzo del proiettore è molto semplice grazie a un’applicazione dedicata. Il proiettore è posto nella parte superiore del telefono. Lo spessore arriva a 12,5 mm niente di esagerato se pensiamo di avere un mini proiettore. Il Samsung Galaxy Beam ha uno schermo Super AMOLED capacitivo da 4 pollici, con risoluzione di 800×480 pixel con oltre 16 milioni di colori. Supporta la connettività HSPA fino 14,4 Mbps in download e 5,76 Mbps in upload, ha ovviamente anche il Wi-fi, e supporta il protocollo DLNA per condividere anche sul nostro smart TV, ha per finire anche connettività Bluetooth e USB.

La fotocamera principale è da 5 Megapixel con autofocus e zoom digitale. Il flash è un LED ed ha funzionalità di registrazione video in HD fino a 720p.

Non manca il chip GPS/A-GPS interno, l’ingresso jack da 3,5 mm e lo slot per microSD/microSDHC che supporta fino a un massimo di 32 GB di capacità della scheda SD. La memoria interna è di 8 GB come abbiamo già detto espandibile con microSD.

Il processore è un dual core 1 GHz e la RAM di 768 MB. Il sistema operativo è Android nella versione 2.3 Gingerbread. Pensiamo ma non sappiamo ancora se verrà aggiornato ad Ice Cream Sandwich. TouchWiz nella versione 4.0 invece è la personalizzazione dell’interfaccia usata da Samsung. Il lancio è previsto per il secondo trimestre 2012, ad un prezzo non ancora comunicato.