Android M: obiettivo aumento autonomia

La prossima versione di Android sarà chiamata Macadamia Nut Cookie almeno per quanto ne sappiamo finora, sarà indirizzata all’ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse hardware al fine di garantire un consumo della batteria migliore e ottimizzare l’esperienza nei dispositivi di prima fascia. L’unica cosa certaperò è che Android M è in arrivo e le molte indiscrezioni di questi giorni puntano tutte verso un obiettivo molto preciso migliorare l’efficienza energetica.

La strada scelta per ragigungere l’obiettivo da parte dell’azienda di Mountain View è di ridurre la necessità di RAM per il sistema operativo Android, uno dei difetti che accompagnano il sistema operativo sin dalla sua nascita, riuscendo inquesto si potrà migliorare l’autonomia della batteria su tutti i modelli di smartphone e tablet.

L’intento non è nuovo ci aspettavamo un risultato migliore gia con Lollipop con Project Volta, che avrebbe dovuto allungare la durata della batteria; eppure in molti casi si hanno segnalazioni di prestazioni peggiori nel passaggio da KitKat a Lollipop su molti terminali che hanno effettuato l’aggiornamento.

Android M sarà pronto per la fine di agosto, ma sarà distribuito a cominciare dall’autunno insieme ai nuovi Nexus, che quest’anno dovrebbero essere due modelli con display di diverse misure. Tutto quello che possiamo dire e che vorremmo che Google questa volta mantenga le promesse e ci dia una versione di android con una migliore gestione energetica.

Leggi anche

Pubblicato da Jack Anarzulla

Jack è un appassionato di smartphone e tecnologia, che scrive da anni come ghost writer di un noto guru della divulgazione informatica italiana. Per ovvie ragione usa uno pseudonimo

Lascia un commento