Ecco i nuovi Apple iPhone 6s e iPhone 6s plus

Ogni due anni, Apple rilascia un iPhone che molti considerano come un semplice restyling. Certo, troviamo una fotocamera migliore, un processore più veloce, e altri piccoli miglioramenti – ma la maggior parte delle persone pensano che sia un semplice aggiornamento iterativo in attesa del “vero” nuovo iPhone che arriverà l’anno seguente con un nuovo numero di versione. Ma pensarla così anche quest’anno potrebbe essere un grave errore. Sì, il nuovo iPhone 6S e iPhone 6S plus possono essere confusi con i loro predecessori – ma le modifiche che Apple ha apportato alla fotocamera, processore, e anche alla scocca di questi terminali li rende qualcosa di molto più importante di un semplice restyling. Non dimentichiamo ad esempio la verà novità dei nuovi iPhone 6s ovvero il “3D touch”.

Apple sostiene che i nuovi modelli iPhone 6s hanno un nuovo corpo in alluminio e vetro più forte sulla parte frontale. Negli ultimi modelli Apple ha insistito sul sensore da 8 megapixel per la fotocamera, senza rincorrere la concorrenza con sensori numeri superiori di megapixel. Apple ha preferito lavorare su qualità di immagine per foto in condizioni di luce difficile.

Apple iPhone 6s però invece ha un sensore della fotocamera da 12 megapixel che può girare video a 4K. La velocità di scatto è sempre molto alta e pensiamo che non deluderà sotto nessun aspetto come la vecchia versione.

Sulla parte fotografica arriva anche una feature che abbiamo già visto su molti top di gamma Android. Ora iPhone 6s registra un paio di secondi di quello che viene inquadrato prima e dopo lo scatto per poterlo usare in fase di post-produzione della fotografia appena scattata permettendo di ottnere scatti migliori salvando in maniera automatica il miglior scatto senza difetti come occhi chiusi, occhi rossi e mostrare in una foto di gruppo tutti i soggetti sorridenti. Come detto niente di nuovo ma pensiamo che Apple renderà il tutto molto più facile da ottenere anche se sui modelli dove già troviamo questa funzione non abbiamo avuto troppe difficoltà ad usarla.

La fotocamera anteriore ora ha una fotocamera da 5 megapixel, e Apple ha anche pensato di mettere un flash usando lo schermo del display. Quando scattiamo foto con la fotocamera frontale lo schermo brillerà in maniera tre volte maggiore del solito illuminando la scena, e usando anche diversi colori in base al colore della luce ambientale. Un sistema davvero molto interessante che smebra essere la vera e unica innovazione di questo iPhone 6s.

La verà novità però del nuovo iPhone 6s resta il “3D Touch” un sistema hardware che a seconda della pressione che esercitiamo sullo schermo compie diverse azioni. Sono sempre stato scettico su questa funzionalità hardware su un iPhone. Apple ha sempre primeggiato a creare interfacce hardware/software intuitive ed accessibile anche agli utenti occasionali. L’idea però che è ora chiediamo agli utenti di capire che colpire lo schermo con più pressione rivelerà opzioni nascoste sembra in contrasto con quella che dovrebbe essere una interfaccia ideale. Cosa succede quando si preme forte su un brano di Apple musica, e come è diverso da ciò che accade quando si preme forte su un’icona nella schermata iniziale? Tutto ha conseguenze sulla creazione di caratteristiche del software perché abbiamo un hardware intelligente, la filosofia di progettazione software di Apple è sempre stata il contrario.

Quello che sembra essere possibile fare dalla interfaccia è poter avere una anteprima di quello che vogliamo direttamente dalle icone. Una anteprima delle mail arrivate senza aprire l’app e cosi possiamo fare con la fotocamera e piano piano sarà possibile farlo con tutte le app che implementeranno questa nuova feature. “Live Photos”, simile alla tecnologia Zoe di HTC: toccando lo schermo, la foto si trasforma in un mini video. In pratica è un sistema che crea foto animate.

A seconda della forza esercitata potremo aprire menu diversi e creare scorciatoie e tante nuove possibilità. Resta però la domanda principale, era necessario un sensore di pressione per avere queste funzioni?

iPhone 6S ha anche un nuovo processore a 64 bit, A9 di Apple. Come al solito, Apple non sta dando molti dettagli sul suo nuovo processore, ma dice che sarà il 70 per cento più veloce di CPU e 90 volte più veloce nelle funzioni della GPU, rispetto al processore A8 di iPhone 6.

Le principali specifiche tecniche comuni ad entrambe le versioni dei nuovi iPhone 6s sono:

  • Retina HD display con 3D Touch,
  • chipset A9 a 64-bit con coprocessore M9
  • fotocamera iSight da 12 megapixel
  • recording video 4K a 30 fps
  • fotocamera frontale da 5 megapixel
  • sensore per le impronte digitali
  • sistema operativo iOS 9

Quattro i colori previsti Silver, Gold, Space Gray e Rose Gold. Previste anche nuove cover con un occhio all’ecologia dei prodotti.
Ecco i dettagli di entrambi i modelli:

iPhone 6s:

  • dimensioni 138,3 x 67,1 x 7,1
  • peso 143 grammi
  • display da 4,7″ (1334 x 750-pixel, 326 ppi)

iPhone 6s Plus:

  • dimensioni 158,2 x 77,9 x 7,3
  • peso 192 grammi
  • display da 5,5″ (1920 x 1080 pixel, 401 ppi)

E questi i prezzi con un contratto in USA:
iPhone 6s: $199 (16GB), $299 (64GB), $399 (128GB).
iPhone 6s Plus: $299 (16GB), $399 (64GB), $499 (128GB).

Restiamo in attesa per i prezzi di vendita per l’Italia e sopratutto la data della disponibilità.

Leggi anche

Pubblicato da Jack Anarzulla

Jack è un appassionato di smartphone e tecnologia, che scrive da anni come ghost writer di un noto guru della divulgazione informatica italiana. Per ovvie ragione usa uno pseudonimo

Lascia un commento