Unboxing LG V10

Una alternativa di pregio alle proposte top di gamma del 2016. Uno smartphone che in termini relativi ha già fatto il suo tempo essendo uscito alla metà del 2015. La scheda tecnica è la stessa del LG G4, ha però un doppio display ci cui il principale ha una diagonale da 5,7 pollici e una fotocamera leggermente superiore.

Si tratta di un “phablet” dotato di un display da 5.7 pollici a cui è stato aggiunto un secondo display da 2.1 pollici utile per ricevere notifiche, informazioni e collegamenti rapidi a contatti ed applicazioni. LG ha scelto l’acciaio per rinforzare la scocca di questo device che ha molti punti in comune con il G4.

La compatta confezione di V10 nasconde al suo interno una buona dotazione. Abbiamo un alimentatore a ricarica rapida 9V/1.8A, un cavo USB-microUSB e delle ottime cuffie QuadBeat 3 (in collaborazione con AKG).

Quando il display principale è acceso, il second screen agevola le funzioni multitasking dandoti accesso rapido ai contatti, alle app più usate, al lettore musicale e agli appuntamenti imminenti. LG V10 ti permette di scattare selfie sorprendenti grazie alla doppia fotocamera frontale: una con lente grandangolare a 120° e una a 80°. La fotocamera con grandangolo è ideale per scattare un selfie di gruppo oppure per catturare una porzione più ampia del paesaggio che ti circonda. Se invece vuoi un’inquadratura ravvicinata, allora la fotocamera con lente da 80° è l’ideale. Grazie allo stabilizzatore ottico e al nuovo processore dedicato alle immagini, le tue riprese saranno sempre stabilissime e precise, anche in movimento. La modalità professionale ti permette di regolare manualmente tutti i parametri delle riprese come il tempo di apertura dell’otturatore, i fotogrammi al secondo, la qualità della compressione, la messa a fuoco e molto altro ancora.

L’hardware di questo smartphone è in buona parte in comune con quello di G4 e questo non è sicuramente un cattivo punto partenza. Non lo è se consideriamo di star parlando di un processore Snapdragon 808 hexa-core da 1,8 GHz, con GPU Adreno 418 e adesso 4 GB di RAM, uno in più del precedente smartphone. La memoria interna rimane da 32 GB ed è ancora espandibile tramite microSD. Identica la connettività: LTE 4G fino a 300 Mbps, Wi-Fi ac a due bande, Bluetooth 4.1, NFC, GPS e porta ad infrarossi per comandare i propri dispositivi domestici.

Leggi anche

Pubblicato da Jack Anarzulla

Jack è un appassionato di smartphone e tecnologia, che scrive da anni come ghost writer di un noto guru della divulgazione informatica italiana. Per ovvie ragione usa uno pseudonimo

Lascia un commento